La produzione:Luigi XV

L’epoca di Luigi XV,re di Francia dal 1723 al 1774,è spesso definita epoca del Rococò.Non si può capire lo stile Luigi XV senza risalire al periodo precedente della Reggenza (1715-1723) che influì in maniera decisiva sulla vita della società e sulla creazione di nuovi indirizzi e nuove forme per quanto riguarda l’arredamento.E’ già durante la Reggenza infatti,che il mobile diventa funzionale al nuovo modo di pensare dell’alta società divenuta più aperta,meno formalista,più amante delle comodità.E’ una svolta in cui sono evidenti sia la diversa concezione della casa,che presenta ambienti più piccoli e raccolti,sia il diverso valore dato ai mobili che devono rispondere alle esigenze di una vita più comoda e meno formale.Rispetto al periodo precedente (il barocco di Luigi XV),il gusto per le decorazioni possenti si va attenuando a favore di una maggiore libertà delle forme.La fonte d’ispirazione di questo stile,caratterizzato dall’uso della linea curva,sia in orizzontale che in verticale e dall’assimetria decorativa,non è più il mondo classico ma la natura.E’ l’epoca dello stile rocaille,così chiamato per indicare un tipo di decorazione di grotte e padiglioni basato sul motivo della conchiglia.Anche il mobile subisce una trasformazione profonda,assumendo una maggiore libertà formale.La leggerezza e la morbidezza delleforme e un aspetto capriccioso e fantasioso sono le caratteristiche essenziali del mobile stile Luigi XV,dotato anche di grande confort e intimità:curve dolci e intarsi in legno rari con decorazioni in bronzi dorati e pannelli di lacca orientale o rivestimenti in sete e broccati.La decorazione basata su elementi architettonici viene abolita e sostituita con un repertorio di temi molto irregolari e asimmetrici,fantasie di frutta e di fiori,la sinuosa linea ad esse chiamata la “linea della bellezza” oltre a motivi esotici del medio ed Estremo Oriente.Il cassettone (Commode) si evolve per assumere la struttura attuale;i sedili e i letti sono costruiti con legni in colore naturali,ma talvolta sono dipinti e riccamente intaglilati.Il desiderio di intimità è soddisfatto dalla crreazione di una varietà infinita di “pezzi”.Vengono così create la chiffonière (tavolo da lavoro),la toilette (pettiniera),il comodino e diversi tipi di sedili.Numerose sono le versioni di bergères a seconda degli usi:la poltrona cabriolet e en gondole,la poltrona da scittoio,da pettiniera,per pregare,la seggiola da balia.Grande la varietà di tavolini consolles e piccoli mobili dalle forme slanciate con gambe snelle e sinuose.Caratteristici sono i molteplici congegni,nascosti entro sedili e tavolini,e destinati a sorprendere gli ospiti

Lascia un commento