Guida all’imbottitura di poltrone e divani (Pt.1)

L’arredamento delle nostre case dice molto sul nostro umore e sul nostro essere, più o meno nello stesso modo secondo il quale il nostro guardaroba trasmette informazioni su di noi. Poltrone e divani imbottiti sono forse il segno più indicativo di queste caratteristiche, l’uso del colore, del tessuto e il design entrano in gioco qui più che con qualsiasi altro tipo di arredamento.

Oltre ai classici divani, la categoria  degli  ‘imbottiti’ include sedie, poltrone, e divani letto. Questa guida è progettato per rendere la vostra scelta dell’imbottitura, meno scoraggiante mediante la definizione di alcuni termini tecnici e fornendo qualche suggerimento su ciò che si trova sotto i panni e cuscini. Si comincerà con una panoramica di alcune delle più comuni tipi di tessuto utilizzato per mobili imbottiti.

Tessuto esterno

Questi tessuti possono essere naturali, come lino e cotone, o antropiche come fibre di poliestere e olefine. Nella maggior parte dei casi, i tessuti sono diverse miscele di fibre come il cotone-poliestere. I più comuni tipi di tesse sono i seguenti:
Jacquard, sono tessuti con filati di colore diverso o di fibre tessute in disegni altamente decorati. Questi sono più spesso riscontrabili in arredamenti in stili tradizionali.
Tessuto Pile, fibre intessute densamente in modo da formare una trama tridimensionale. A seconda del colore e del design, il pile può essere appropriato per arredamenti tradizionali o contemporanei.
Tessuti testurizzati sono composti da filati che sono stati trasformati per dare loro un generale stato alterato. Ciniglia è un esempio di un tessuto testurizzati largamento diffuso.

Tessuto non-tessuto

Sono i prodotti usati in fase incollaggio e/o di interbloccaggio tra fibre. Questi tessuti possono essere uniti da mezzi meccanici, chimici, termici, o solventi, o con un adesivo, o qualsiasi combinazione di questi. Esempi di non-tessuti comprendono:
Vinile, che può essere o no un tessuto laminato a sostegno. E’ preferito su mobili, per la sua estrema durevolezza. Chiamato anche Naugahyde, il vinile è spesso pensato come un sostituto per la pelle e può essere stampato in una varietà di modelli.
Tessuti a maglia interlooping sono composti da uno o più gruppi di filati. Questo è un tipo relativamente economico di tessuto manifatturiero.
Tessuto camoscio, come ad esempio Ultrasuede, è spesso utilizzato nella decorazione di mobili imbottiti per dare l’aspetto di una vera pelle scamosciata senza utilizzare pelli animali, abbassando notevolmente anche i costi di produzione.

Lascia un commento